Seguici e condividi:

Ieri il GDPR Day è ritornato dove tutto era incominciato un anno fa: Milano. La città che ha dato il via al tour in tutta Italia. Un cerchio perfetto, che potrebbe essere simbolicamente la conclusione del GDPR Day, se non per una piccola notevole differenza: una sala molto più grande, per ospitare il 50% in più dei partecipanti rispetto al 2018. Così l’appuntamento di ieri del GDPR Day è stato un plateale rafforzamento della qualità dell’evento, confermata dai tantissimi feedback positivi dei partecipanti arrivati già nel corso della giornata. Una conferma del successo della conferenza e della sua crescita, con ancora più partecipanti, una Community di oltre 470 persone e nuovi relatori che vanno ad aggiungersi al novero delle eccellenze già presenti.

La crescita della più importante conferenza sul GDPR segna che l’attenzione verso l’argomento non è affatto diminuita, anzi. Sarà una maggiore consapevolezza di quanto sia importante la protezione dei dati, sarà il timore di non essere compliant oppure la minaccia delle sanzioni; in ogni caso, dal mondo delle imprese arriva un messaggio ben chiaro: ancora più formazione di qualità.

Il programma è stato autorevole, colmo di speaker tra i massimi esperti in Italia tra cui spicca anche direttamente il Garante Privacy, nella figura del Dott. Giuliano, Funzionario del Dipartimento attività ispettive del Garante per la protezione dei dati personali.
Ancora, ha partecipato Claudia Tagliabue, Legal Counselor di Subito.it. In rappresentanza dell’Istituto italiano per la Privacy e la Valorizzazione dei Dati. l’Avv. Vito Pavese è intervenuto sul trattamento dei dati dei lavoratori. Ancora, non sono mancati alcuni relatori storici del GDPR Day, che noi amiamo definire le colonne portanti dell’evento, come l’Avv. Adriana Augenti, l’Avv. Massimiliano Nicotra e l’Avv. Federica De Stefani.

Gli sponsor dell’evento

Oltre ai relatori, fondamentale è stato il contributo degli sponsor SISECONetwrixDigiTree, con noi fin dalle prime edizioni. L’adesione degli sponsor è fondamentale per l’organizzazione del tour e la loro qualità si rivela anche dai contenuti offerti: oltre alla propria esperienza, hanno proposto soluzioni ready-to-go per far fronte alle diverse richieste del nuovo regolamento: Data Breach, soluzioni Cloud compliant, sicurezza e recovery. Un ulteriore contributo per i partecipanti che hanno potuto tornara a casa, oltre che con una formazione di qualità, anche con un ventaglio di soluzioni di possibile implementazione.

Il GDPR Day quindi riparte, con nuovi appuntamenti, relatori esperti e una platea sempre più vasta. In attesa del nuovo programma, è possibile far parte della Community del GDPR Day, disponibile su Telegram, dove già in tanti si confrontano e scambiano consigli in materia.

Per rimanere aggiornati e non perdere le novità in arrivo, seguici anche su Facebook e LinkedIn.